www.settebagni.forumattivo.com

www.settebagni.forumattivo.com

NOTIZIE, AVVENIMENTI, SPORT, INFORMAZIONI, CURIOSITA' E PROBLEMATICHE VARIE CHE RIGUARDANO IL NOSTRO AMATO QUARTIERE: SETTEBAGNI !
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ultimi argomenti
» Indirizzi e numeri utili del IV Municipio
Mar 22 Nov 2016 - 13:17 Da manucca

» La piazzetta di Settebagni
Sab 26 Mar 2016 - 9:20 Da manucca

» Viabilità e problematiche varie di Settebagni
Mar 2 Feb 2016 - 17:32 Da fausto69

» Feste, Cerimonie, Ricorrenze ed Avvenimenti Vari
Ven 18 Set 2015 - 20:27 Da Admin

» Le News di Settebagni
Ven 3 Lug 2015 - 18:57 Da Admin

» Giardini e Parchi pubblici di Settebagni
Ven 22 Mag 2015 - 7:52 Da fausto69

» SIETE FAVOREVOLI ALL'UNIONE E FORMARE UN UNICO COMITATO?
Lun 18 Mag 2015 - 9:35 Da Admin

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      
CalendarioCalendario

Condividere | 
 

 Olimpiadi, Roma ha vinto prima tappa verso il 2020

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
laratriv

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 395
Età : 35
Localizzazione : Settebagni
Occupazione/Ozio : la filosofia
Umore : sempre ottimista
Data d'iscrizione : 22.01.09

MessaggioTitolo: Olimpiadi, Roma ha vinto prima tappa verso il 2020   Gio 20 Mag 2010 - 6:32

Roma, 19 mag (Il Velino) - Sarà Roma la candidata italiana per ospitare le Olimpiadi del 2020. Lo ha deciso poco dopo le 13 il Consiglio nazionale del Coni accogliendo le valutazioni del comitato ristretto guidato dal segretario generale Raffaele Pagnozzi. Una notizia che conferma le voci dei giorni scorsi che davano la Capitale favorita sull’altro candidato Venezia. Una decisione giunta alla luce delle valutazioni predisposte dal comitato olimpico nazionale seguendo i criteri del Cio. La giunta ha assegnato a Roma 32,3 punti su 35, mentre Venezia ne ha raccolti 20,1. La città lagunare non ha raggiunto la soglia minima richiesta dal comitato olimpico internazionale. La valutazione della giunta in decimali è stata di 9,2 per Roma e 5,7 per Venezia. Il consiglio nazionale del Coni ha poi votato la candidatura della Capitale: 68 voti favorevoli un contrario e un astenuto. Roma ha raggiunto il primo obiettivo grazie alla sua propensione a ospitare grandi eventi sportivi, non ultimi i mondiali di nuoto della scorsa estate. Ma hanno influito anche le caratteristiche del progetto, che mostra una centralità delle strutture richiesta dal Cio, la presenza di ben 33 impianti già realizzati. Pagnozzi ha spiegato inoltre che la dimensione della Capitale ha avuto un suo ruolo importante. In passato, infatti, i giochi olimpici sono stati giocati sempre in città di grandi dimensioni. Contro Venezia ha giocato la mancata esperienza in eventi di queste dimensioni, i problemi di sicurezza, i trasporti e gli alloggi per gli atleti. Sugli undici punti previsti dal Cio, soltanto in tre le due città si sono trovate in sostanziale equilibrio: il sostegno del governo, l’impatto ambientale e la valutazione complessiva. Prossimo appuntamento è quello del 2013 quando il Comitato olimpico internazionale dovrà decidere quale sarà la città ospitante.

Particolarmente deluso il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, che a caldo a detto di prendere atto del voto del Coni che “riteniamo insoddisfacente sia nel merito sia nel metodo. Siamo assolutamente convinti che la proposta di Venezia non sia stata tenuta nella giusta considerazione e che, invece, avrebbe potuto rappresentare una novità seria per la qualità che esprime. Siamo certi che Venezia, capitale universale della bellezza, sia il miglior ambasciatore di tutto il nostro Paese nel mondo”. Zaia ha inoltre affermato che “ora non escludiamo un intervento formale in altre sedi. Garantisco inoltre che da oggi spulcerò personalmente l’intera documentazione voce per voce, sviscerando numeri, conti e promesse che sono alla base di una scelta che ritenere sbagliata è un eufemismo. Un nord penalizzato così fortemente – ha concluso l’ex ministro delle Politiche agricole - di certo non servirà alla causa che ci si vuole prefiggere”. La bocciatura della città lagunare era però già da alcuni giorni nell’aria. Alla fine della scorsa settimana l’ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, aveva anticipato durante una trasmissione radiofonica quello che poi è accaduto oggi. Giovani, sviluppo della città, riqualificazione del territorio. Sono questi alcuni dei pilastri su cui si fonda la candidatura di Roma per ospitare i XXXII Giochi Olimpici e i XVI Giochi Paralimpici del 2020. Anche la data ha un suo valore: in quell’anno ricorre il 150mo anniversario di Roma Capitale. Attorno al progetto si è registrata l’unità di tutta la città. Un punto questo che viene sottolineato oggi a con una conferenza stampa congiunta di Alemanno, Nicola Zingaretti e Renata Polverini. Il progetto romano, come ha recentemente affermato il primo cittadino della Capitale, si inquadra perfettamente con il Piano strategico di sviluppo per la Capitate.

Saranno quattro i poli principali che saranno teatro delle competizioni sportive: il Parco Olimpico, il Parco fluviale del Tevere Nord, la nuova Fiera di Roma e l’area di Tor Vergata. Il Parco Olimpico, del quale il nuovo Parco fluviale del Tevere costituirà l’ossatura e l’elemento di connessione tra le sue diverse componenti, vedrà l’area di Tor di Quinto con il Villaggio Olimpico; sempre in quest’area si svolgeranno le gare di tennis. L’area del Foro Italico ospiterà nello Stadio Olimpico l’atletica e la finale del torneo di calcio. Mentre a pochi metri c’è il già collaudato stadio del nuoto. All’Acquacetosa si terranno le gare di pentathlon moderno, l’hockey e il tiro con l’arco. L’area del Flaminio il Rugby a sette e le semifinali e finali del Calcio femminile. Piazza di Siena ospiterà, come nel 1960, l’equitazione con il salto ostacoli e il dressage. Mentre, novità, il Circo Massimo il beach volley; all’Olgiata il golf; a Settebagni la canoa, il canottaggio e la canoa slalom. Infine a Saxa Rubra, sorgerà il villaggio media, che ospiterà giornalisti e operatori televisivi. Grande novità è la realizzazione del Parco fluviale Tevere Nord. Un cavallo di battaglia delle associazioni ambientaliste della Capitale. Partendo dalla diga di Castel Giubileo, fino a Ponte Milvio e a Ponte Duca d’Aosta, il Parco diventa la spina dorsale del sistema Olimpico, circa dodici chilometri di corso d’acqua resa navigabile, con approdi che mettono in relazione le aree di Saxa Rubra, Salaria, Grottarossa, Tor di Quinto, Acquacetosa, creando un sistema di collegamento alternativo e naturalistico, che si relaziona con sistemi diversi, dalle piste ciclabili, ai ponti pedonali, fino alle stazioni ferroviarie e parcheggi di scambio.

Il Parco fluviale qualifica aree degradate, interra e recupera le aree del depuratore, assorbe impianti sportivi privati, ricuce rapporti tra parti della città ai bordi del fiume, diventa connettore del verde di villa Ada, Villa Glori, Parco di Veio, come delle aree sportive di Acquacetosa, Tor di Quinto, e degli impianti sulle aree golenali. La realizzazione del Parco fluviale sarà l’occasione per mettere a sistema una serie di interventi, partendo da una normativa già attuativa (il PS5, piano di bacino approvato nel 2008) e da una necessità prioritaria, quella della riqualificazione delle acque, ossigenazione e conseguente ripopolazione faunistica (in ottemperanza peraltro a quanto previsto dalla direttiva 2000/60 Cee in materia di acque, che ci impone di raggiungere il grado di 'buono' delle acque fluviali già nel 2015.). Importante anche la riqualificazione dell’area del depuratore, che verrà riqualificata accogliendo un altro progetto delle associazioni ambientaliste (Italia Nostra in testa). L’idea è di sostituire l’impianto esistente con uno di moderna concezione (e rispettoso soprattutto delle direttive Ue), interrato come altri progetti esistentiin Europa (Nizza in primis), che permette il recupero di quasi 40 ettari di superficie destinabile a verde, nonché l’applicazione di turbine idroelettriche che trasformino il depuratore in un generatore di energia rinnovabile.

http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=1126098

_________________
dimmi che può ancora vincere... chi ha il coraggio delle idee...
Tornare in alto Andare in basso
http://dimensionezero.forumfree.net/
 
Olimpiadi, Roma ha vinto prima tappa verso il 2020
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Prima tappa fatta ...
» endometriosi e pma: no lista d'attesa Regina Elena Milano ;-)
» Oggi prima lezione del corso pre-parto al S.Raffaele
» Ho fatto la mia prima IUI
» LAZIO - ROMA - EUROPEAN HOSPITAL - Scheda

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
www.settebagni.forumattivo.com :: Di tutto un po' ...-
Andare verso: