www.settebagni.forumattivo.com

www.settebagni.forumattivo.com

NOTIZIE, AVVENIMENTI, SPORT, INFORMAZIONI, CURIOSITA' E PROBLEMATICHE VARIE CHE RIGUARDANO IL NOSTRO AMATO QUARTIERE: SETTEBAGNI !
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Ultimi argomenti
» Indirizzi e numeri utili del IV Municipio
Mar 22 Nov 2016 - 13:17 Da manucca

» La piazzetta di Settebagni
Sab 26 Mar 2016 - 9:20 Da manucca

» Viabilità e problematiche varie di Settebagni
Mar 2 Feb 2016 - 17:32 Da fausto69

» Feste, Cerimonie, Ricorrenze ed Avvenimenti Vari
Ven 18 Set 2015 - 20:27 Da Admin

» Le News di Settebagni
Ven 3 Lug 2015 - 18:57 Da Admin

» Giardini e Parchi pubblici di Settebagni
Ven 22 Mag 2015 - 7:52 Da fausto69

» SIETE FAVOREVOLI ALL'UNIONE E FORMARE UN UNICO COMITATO?
Lun 18 Mag 2015 - 9:35 Da Admin

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CalendarioCalendario

Condividere | 
 

 La piazzetta di Settebagni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1 ... 11 ... 19, 20, 21, 22  Seguente
AutoreMessaggio
laratriv

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 395
Età : 35
Localizzazione : Settebagni
Occupazione/Ozio : la filosofia
Umore : sempre ottimista
Data d'iscrizione : 22.01.09

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Gio 17 Mar 2011 - 23:26


_________________
dimmi che può ancora vincere... chi ha il coraggio delle idee...
Tornare in alto Andare in basso
http://dimensionezero.forumfree.net/
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 19 Mar 2011 - 3:30


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
settebagnese

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 378
Età : 88
Localizzazione : SETTEBAGNI
Data d'iscrizione : 14.12.08

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Ven 20 Mag 2011 - 11:18

Visto sul social network di Facebook, ho pensato di postarlo anche qui.



URGENTISSIMO !!!
A.A.A CERCASI DONATORI DI SANGUE DI QUALSIASI GRUPPO.
VI PREGO DIFFONDETE QUESTO MESSAGGIO ANCHE A VOSTRI
CONOSCENTI E AMICI.
POTETE RECARVI AL SANT'ANDREA DALLE 8:00 ALLE 13:00
INDICANDO AL MOMENTO DELLA DONAZIONE CHE SIETE Lì PER DONARE IL SANGUE
PER FABIO BELARDI NATO IL 20/04/1953 (Reparto EMATOLOGICO 8° PIANO)
(condividete la nota, grazie!)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.ferrovie.it/forum/index.php
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 29 Giu 2011 - 8:52


29 GIUGNO: SS. PIETRO E PAOLO
Il primato di Roma

Roma festeggia il 29 giugno di ogni anno i Santi Pietro e Paolo, suoi patroni primari. Speciali cerimonie si svolgono in tutte le chiese cittadine, soprattutto in quelle intitolate ai Principi degli Apostoli

Secondo un’antica e consolidata memoria in Via Ostiense, tra gli odierni numeri civici 106 e 108 e a circa trecento metri dalla Basilica di S. Paolo fuori le mura, avvenne l’ultimo fraterno saluto tra Pietro e Paolo, separati, per essere avviati al martirio.

San Pietro venne condotto nell’antico circo neroniano che all’epoca insisteva dove ora è Piazza San Pietro, per essere crocifisso a testa in giù; il suo corpo fu composto dai discepoli e seppellito in una tomba in piena terra in quella zona.

La povertà della sepoltura faceva molto contrasto con le tombe dei pagani, anch’esse presenti in quell’area sepolcrale.

In seguito, sull’umile tomba sorse un’edicola, poi, l’Imperatore Costatino, agli inizi del IV secolo d. C., fece costruire una basilica imponente a cinque navate che, purtroppo andò distrutta nel periodo medievale.

Fu ricostruita più volte fino al Rinascimento dove artisti insigni furono incaricati del progetto sia di ricostruzione: Maderno, sia di ristrutturazione e arricchimento (cupola): Michelangelo, sia di ampliamento (colonnato): Bernini.

La tomba di Pietro è giù a 14 metri sotto l’Altare della Confessione; i vari edifici sacri che si sono susseguiti nei secoli, uno sull’altro, insistono su quella tomba quasi a voler confermare le parole del Cristo:"Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa".

Contemporaneamente alla costruzione della Basilica di San Pietro, Costatino fece erigere anche quella di San Paolo che venne distrutta da un pauroso incendio nel 1823; la Basilica esistente oggi è una ricostruzione eseguita quasi subito dopo l’incendio.

Poiché doveva venire eretta esattamente sul sepolcro dell’Apostolo,e siccome questo, secondo le antiche concezioni, non poteva essere traslato, la chiesa dovette essere costruita molto lontana dalla città, ed è per questo che venne chiamata: "San Paolo fuori le mura".

Secondo la tradizione Pietro e Paolo furono entrambi rinchiusi nel Carcere Mamertino, ai piedi del Campidoglio, dove Pietro riuscì a convertire i suoi carcerieri e li battezzò, ma non essendovi acqua in quell’ambiente ipogeo, batté sul terreno e sgorgò una fontanella, che esiste ancora.

San Paolo venne condotto "ad aquas salvias", nell’attuale zona delle Tre Fontane, sulla Via Laurentina, per essere decapitato; essendo un cittadino romano fu portato, dunque, fino al luogo del martirio e la storia ci tramanda che la sua testa avrebbe battuto tre volte al suolo facendo scaturire, ad ogni caduta, una fonte miracolosa; l’episodio assegnò il nome al luogo e alla chiesa sorta in onore dell’Apostolo.

Nel punto dove avvenne l’ultimo saluto, fu , in seguito, eretta una cappella, poi una chiesetta, detta della "Separazione", sopravvisse fino al novecento; oggi, esiste una lapide posata nel corso dell’Anno Santo 1975 che contiene in pochissime parole il ricordo dell’avvenimento:

"Nei pressi di questo sito

una devota cappellina

in onore del Santissimo Crocifisso

demolita agli albori del secolo XX

per l’allargamento della Via Ostiense

segnava il luogo

dove secondo una pia tradizione

i Principi degli Apostoli Pietro e Paolo

vennero separati nell’avvio

al glorioso martirio"

A coronamento di questa lapide un semplice bassorilievo rammenta i due Apostoli nell’atto dell’estremo abbraccio.

Nella ricorrenza del 29 giugno vengono celebrati solenni riti e, in particolare a San Pietro, il Santo Padre imporrà il "Pallio" ad alcuni vescovi simboleggiando così l’unione del supremo Pastore della Chiesa Universale con i più alti capi delle chiese locali.

Il Pallio è una stola di lana bianca riservata, oltre che al Papa stesso, ai patriarchi, ai vescovi e ai metropoliti.

Alla confezione del pallio concorre anche la lana di due agnellini bianchi che il giorno 21 gennaio di ogni anno vengono benedetti nella Chiesa di S. Agnese (la benedizione è attestata dalla metà del secolo XV) e la loro tosatura concorrerà alla confezione dei sacro pallio da donare al Papa.

Un’altra tradizione che si rinnova annualmente per la ricorrenza del 29 giugno è il bacio del piede della grande statua di bronzo di San Pietro situata nella navata centrale dell’omonima basilica.

Per l’occasione la statua sarà vestita con il "piviale" rosso (paramento sacro a forma di mantello).

Sempre come commemorazione della festa dei patroni romani è la processione che si svolge per le strade, all’imbrunire; in corteo sono recate le catene di San Paolo, una reliquia conservata presso la basilica ostiense e che consta di 14 anelli di ferro.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 13 Lug 2011 - 10:22

Alle ore 12:00 circa di oggi, molti abitanti di SETTEBAGNI, hanno avvertito una scossa di terremoto.
Secondo la Protezione Civile sono state di 3.6 Monti Sabini alle 11:55 e di 3.0 nel reatino alle 11:58.
Da rilevare che anche stamattina c'era stata una scossa di terremoto nella zona di Roma, dopo quella, forte, avvertita nella giornata di domenica. Un evento sismico di magnitudo 2.8 è avvenuto infatti alle 5.37 di questa mattina, sui Monti Sabini, in un'area compresa tra le province di Roma, Viterbo, Rieti e Terni. La scossa si è sviluppata ad una profondità pari a 6,7 km, a differenza di quella di domenica, che era stata più superficiale. I centri abitati più vicini all'epicentro sono Colli sul Velino, Stroncone, Contigliano, Cottanello, Montasola, Configni, Greccio e Vacone.


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
settebagnese

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 378
Età : 88
Localizzazione : SETTEBAGNI
Data d'iscrizione : 14.12.08

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 13 Lug 2011 - 12:27

Admin ha scritto:
Alle ore 12:00 circa di oggi, molti abitanti di SETTEBAGNI, hanno avvertito una scossa di terremoto.
Secondo la Protezione Civile sono state di 3.6 Monti Sabini alle 11:55 e di 3.0 nel reatino alle 11:58.
Da rilevare che anche stamattina c'era stata una scossa di terremoto nella zona di Roma, dopo quella, forte, avvertita nella giornata di domenica. Un evento sismico di magnitudo 2.8 è avvenuto infatti alle 5.37 di questa mattina, sui Monti Sabini, in un'area compresa tra le province di Roma, Viterbo, Rieti e Terni. La scossa si è sviluppata ad una profondità pari a 6,7 km, a differenza di quella di domenica, che era stata più superficiale. I centri abitati più vicini all'epicentro sono Colli sul Velino, Stroncone, Contigliano, Cottanello, Montasola, Configni, Greccio e Vacone.



Terremoto a Roma: si trema, ma solo di paura

Questa mattina il movimento tellurico, di magnitudo 3.6, ha interessato i centri abitati: Colli sul Velino, Configni, Contigliano, Cottanello, Greccio, Montasola, Vacone.


Dopo la scossa di magnitudo 3,2 gradi della scala Richter ad una profondità 2,6 Km , che domenica scorsa ha colpito la città di Roma, la Capitale oggi torna a tremare. Questa mattina alle ore 11.55 l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato a Roma una scossa di magnitudo 3.6. I centri abitati più prossimi all’epicentro, del terremoto che oggi ha interessato la Capitale sono:Colli sul Velino, Configni, Contigliano, Cottanello, Greccio, Montasola, Vacone. Fortunatamente dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Quello di oggi, rispetto al terremoto di domenica 10 luglio, ha avuto il proprio ipocentro ad una profondità pari a 6,7 km. Tanta la paura tra la popolazione. Molti anche i commenti lasciati dagli utenti di Facebook. In tanti hanno raccontato di aver avvertito la scossa e che la mente è tornata alla profezia di Bendandi. Al sismologo è stata attribuita la previsione di un terremoto che avrebbe colpito Roma l'11 maggio scorso. Allora in campo scesero anche gli esperti per rassicurare la popolazione e ribadire che i terremoti non si possono prevedere. I cittadini romani però da domenica non dormono sogni tranquilli.

Ricordiamo che l’Italia è un Paese sismico. Uno dei maggiore del Mediterraneo, per la frequenza dei terremoti che lo hanno colpito. La sismicità del nostro territorio è dovuta alla particolare posizione geografica. La Pinisola è situata nella zona di convergenza tra la zolla africana e quella eurasiatica ed è sottoposta a forti spinte compressive, sono queste che causano l’accavallamento dei blocchi di roccia. Basti pensare che l'Italia in 2500 anni è stata colpita da più di 30.000 terremoti di media e forte intensità.

Amalia Coletta su: CIAOPEOPLE.COM
Tornare in alto Andare in basso
http://www.ferrovie.it/forum/index.php
settebagnese

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 378
Età : 88
Localizzazione : SETTEBAGNI
Data d'iscrizione : 14.12.08

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 3 Ago 2011 - 12:01

Via Salaria: truffa a danno di due turisti americani in visita a Roma


50 euro pagati regolarmente all'hotel prima di salire in taxi, e poi altri 56 euro richiesti a fine corsa dal tassista: ma la truffa è stata scoperta

di Redazione 03/08/2011









Ha dell'incredibile la vicenda capitata ad una coppia di turisti americani in vacanza a Roma ed ospiti dell'Hotel La Giocca di via Salaria. Al termine del soggiorno nella mattinata di giovedì scorso, i turisti hanno chiesto all'albergo di chiamare un taxi per raggiungere l'aeroporto Leonardo Da Vinci. "Abbiamo chiamato un taxi via modem, come facciamo ormai da anni, utilizzando una storica cooperativa, ed una volta arrivata la vettura abbiamo saldato la corsa per il cliente pagando 50 euro con regolare ricevuta firmata dal tassista" spiega Alessandro Di Francesco, direttore dell'albergo capitolino. Fin qui tutto bene se non fosse che una volta arrivati a destinazione, il guidatore del taxi che durante il viaggio aveva comunque acceso il tassametro, ha chiesto altri soldi alla ignara coppia americana che ha prima provato a pagare in dollari il costo della corsa pagata, altri 56 euro, e poi ha ottenuto persino uno "sconto", pagando gli ultimi 50 euro della propria vacanza romana. "Quello che fa rabbia è che la vicenda non sarebbe nemmeno emersa se la donna della coppia non fosse andata all'aeroporto soltanto per accompagnare il marito per poi tornare all'Hotel La Giocca" continua Di Francesco "una volta rientrata in hotel abbiamo scoperto di aver pagato due volte la corsa in taxi e dopo le mie proteste con la cooperativa si é addirittura presentato l'autista che davanti a dieci persone ha ammesso la truffa di cui eravamo stati vittime". Nè l'albergo, nè la coppia americana hanno voluto accettare la restituzione del maltolto. "Vogliamo sia fatta giustizia nelle sedi competenti perché non bastano delle semplici scuse una volta che si é stati beccati, per risarcire il vergognoso episodio a danno dell'immagine della Capitale nei confronti dei turisti stranieri che si recano dagli albergatori italiani, e ai tanti tassisti onesti" conclude Di Francesco.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.ferrovie.it/forum/index.php
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Lun 15 Ago 2011 - 7:52


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
fausto69

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2488
Età : 48
Localizzazione : Settebagni, Roma
Occupazione/Ozio : Sicurezza
Umore : Sono FAUSTO!!!
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 5 Ott 2011 - 19:37

Il video speciale di Roma2013.org "Salaria, terra di nessuno" realizzato da www.roma2013.org con la partecipazione del direttore Enrico Pazzi e del vicepresidente del consiglio del IV Municipio Riccardo Corbucci (Pd). Il degrado di via Salaria. Ovvero, il malgoverno della Giunta Alemanno. Nella più grande indifferenza delle istituzioni e dei Partiti, la periferia romana sprofonda senza soluzione di continuità. Prostituzione, degrado, abusi edilizi, miasmi che invadono la città e bizzarre scelte sulla mobilità, come i lavori per la realizzazione della svolta a sinistra su via Grottazzolina decisi dalla Giunta Alemanno a tempo di record.

_________________

FACEBOOK: http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/groups/settebagni/
settebagnese

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 378
Età : 88
Localizzazione : SETTEBAGNI
Data d'iscrizione : 14.12.08

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mar 25 Ott 2011 - 16:56

Okkio al previsto temporale di domani........!!!
http://www.3bmeteo.com/meteo/settebagni/dettagli_orari/1
affraid affraid affraid
Tornare in alto Andare in basso
http://www.ferrovie.it/forum/index.php
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 29 Ott 2011 - 11:16

STANOTTE

_________________


Ultima modifica di Admin il Sab 29 Ott 2011 - 11:50, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
settebagnese

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 378
Età : 88
Localizzazione : SETTEBAGNI
Data d'iscrizione : 14.12.08

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 29 Ott 2011 - 11:49

Admin ha scritto:
STANOTTE

cheers Si dorme 1 ora in più ! cheers
Tornare in alto Andare in basso
http://www.ferrovie.it/forum/index.php
fausto69

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2488
Età : 48
Localizzazione : Settebagni, Roma
Occupazione/Ozio : Sicurezza
Umore : Sono FAUSTO!!!
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Lun 31 Ott 2011 - 6:21


Halloween non è una festa italiana!


Voglio spendere solo due parole su questa festa che non appartiene a noi italiani.
Antichissima quanto si vuole ma di origine celtica, nulla a che spartire con l' Italia.
Per i Celti l' anno nuovo non cominciava il 1° gennaio, come per noi oggi, bensì il 1° novembre quando terminava ufficialmente la stagione calda ed iniziava la stagione delle tenebre e del freddo.
La ricorrenza per tale popolo, dedito all' agricoltura e alla pastorizi ,segnava la fine dei raccolti e l' inizio dell' inverno quindi assumeva una rilevanza particolare in quanto la vita cambiava radicalmente, i greggi venivano riportati a casa dai verdi pascoli estivi e le persone si chiudevano nelle loro case per trascorrere al caldo le lunghe e fredde notti invernali passando il tempo a fare lavori di artigianato, riparandosi dal freddo, costruendo utensili e trascorrendo le serate a raccontare storie e leggende.
Una sorta di Capodanno dedicato a "Samhain",una loro divinità, considerata il Signore della Morte e il Principe delle Tenebre: "Samhain" significava "tutti i morti" o "tutte le anime" ed era chiamato anche Trinoux Samonia, cioé "Tre Notti di Fine Estate".
I colori tipici di questi festeggiamenti erano l' arancio per ricordare la mietitura e quindi la fine dell' estate ed il nero a simboleggiare l' imminente buio dell'inverno.
Abbiamo già il Carnevale, suvvia, bambini, non venitemi a riempire il portone di uova (bleah!) e di farina, non ho dolcetti da darvi anche perchè non li so fare...
E voi adulti, non venite a dirmi buon Halloween o come si dice o scrive Hallow'en, Hallo-ween, mboh!!!
Abbasso le zucche tongue

FONTE: MONDOEMULE.BLOGSPOT.COM

_________________

FACEBOOK: http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/groups/settebagni/
fausto69

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2488
Età : 48
Localizzazione : Settebagni, Roma
Occupazione/Ozio : Sicurezza
Umore : Sono FAUSTO!!!
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mar 1 Nov 2011 - 8:05

La Festa di Ognissanti e la Commemorazione dei defunti: usanze tra sacro e profano…


Festum Omnium Sanctorum: la festa di Ognissanti è una ricorrenza voluta dalla chiesa cattolica. La segue, il 2 novembre la Commemorazione dei Defunti, ed è una festa di precetto che prevedeva una veglia e un'ottava nel calendario della forma straordinaria del rito romano. Nella tradizione popolare è proprio quest’ultima ad avere un significato quasi mistico.

Inutile precisare che sacro e profano si intersecano nelle usanze che, ancora oggi, si praticano in alcune regioni d’Italia. E’ credenza che il 2 novembre, come ricorda quella straordinaria pagina di poesia partenopea che è “’A livella” di Antonio De Curtis, i morti vengano a farci visita sulla terra. Ecco che il rituale non è solo di commemorazione ma quasi di conforto per le anime dei cari non più in vita. In qualche modo si compiono gesti e riti, mirati ad accogliere al meglio chi verrebbe a trovarci e a rendere meno faticoso il viaggio di ritorno nell’aldilà.

Sono riti di “ristoro”. La tradizione e l’usanza popolare si lega spesso, infatti, anche alla gastronomia o comunque al cibo e alla tavola. In alcune zone della Lombardia, la notte tra l'1 e il 2 novembre si è soliti ancora mettere in cucina un vaso di acqua fresca perché i morti possano dissetarsi. In Friuli si lascia un lume acceso, un secchio d’acqua e un po’ di pane.

Nel Veneto, invece, per scongiurare la tristezza, nel giorno dei morti gli amanti offrono alle promesse spose un sacchetto con dentro fave in pasta frolla colorata, i cosiddetti "Ossi da Morti". Stessa cosa avviene anche nel salernitano, in particolare nell’Agro nocerino- sarnese, dove il promesso sposo regala torrone e ‘a ndrita, un filo di cotone nel quale si infilano le gustose nocciole del posto. Alcuni chiamano questo rituale “’a ‘mpigna”: una sorta di pegno, appunto, d’amore imperituro.

In Trentino le campane suonano per molte ore a chiamare le anime che si dice si radunino intorno alle case a spiare alle finestre. Per questo, anche qui, la tavola si lascia apparecchiata e il focolare resta acceso durante la notte. Anche in Piemonte e in Val D’Aosta le famiglie lasciano la tavola imbandita e si recano a far visita al cimitero.

Nelle campagne cremonesi ci si alza presto la mattina e si rassettano subito i letti affinché le anime dei cari possano trovarvi riposo. Si va poi per le case a raccogliere pane e farina con cui si confezionano i tipici dolci detti "ossa dei morti".

In Liguria, per esempio, il giorno dei morti si preparino i "bacilli" (fave secche) e i "balletti" (castagne bollite). In Umbria si producono tipici dolcetti devozionali a forma di fave, detti "Stinchetti dei Morti", che si consumano da antichissimo tempo nella ricorrenza dei defunti quasi a voler mitigare il sentimento di tristezza e sostituire le carezze dei cari che non ci sono più. In molte regioni, come in Abruzzo, oltre all’usanza di lasciare il tavolo da pranzo apparecchiato, si lasciano dei lumini accesi alla finestra, tanti quante sono le anime care, e i bimbi si mandano a dormire con un cartoccio di fave dolci e confetti come simbolo di legame tra le generazioni passate e quelle presenti.

Apparentemente lugubre, ma assai singolare la tradizione romana, praticata fino a qualche secolo fa, secondo la quale il 2 novembre era abitudine e premura consumare il pranzo accanto alla tomba di un caro, quasi a tenergli simbolicamente compagnia. E’ quasi come un halloween nostrano, poi, quello che si mette in atto in Sicilia, dove la festa è “dedicata” ai bambini con la preparazione dei tradizionali “pupi di zuccaro”, e in Sardegna dove al “dolcetto scherzetto” si sostituisce la questua, casa per casa, di pane fatto in casa, fichi secchi e altri dolciumi.


FONTE: ROSMARINONEWS.IT

_________________

FACEBOOK: http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 2 Nov 2011 - 8:10


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
fausto69

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2488
Età : 48
Localizzazione : Settebagni, Roma
Occupazione/Ozio : Sicurezza
Umore : Sono FAUSTO!!!
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mer 2 Nov 2011 - 8:20

Admin ha scritto:
Mi permetto di inserire questo video che riproduce in fumetto la splendida poesia di TOTO' intitolata 'A LIVELLA,
credo che sia più che mai attuale...

_________________

FACEBOOK: http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/groups/settebagni/
manucca

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 308
Età : 44
Localizzazione : SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : Sposata e segretaria
Umore : serena
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Mar 8 Nov 2011 - 18:07

Secondo me questa è una bella iniziativa cheers
Tornare in alto Andare in basso
http://www.virgilio.it
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 24 Dic 2011 - 19:04


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 31 Dic 2011 - 13:26

Admin ha scritto:

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
fausto69

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2488
Età : 48
Localizzazione : Settebagni, Roma
Occupazione/Ozio : Sicurezza
Umore : Sono FAUSTO!!!
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Dom 1 Gen 2012 - 9:45


_________________

FACEBOOK: http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/groups/settebagni/
fausto69

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2488
Età : 48
Localizzazione : Settebagni, Roma
Occupazione/Ozio : Sicurezza
Umore : Sono FAUSTO!!!
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Gio 5 Gen 2012 - 23:01

Befana 2012: tra mito, folclore ed eventi, ecco l’Epifania che tutte le feste porta via!

Si avvicina sempre di più la notte tra il 5 e il 6 gennaio, durante la quale la Befana porterà dolci e doni ai bambini. Da tutti è conosciuta infatti come una vecchietta gobba che, come Babbo Natale, porta regali ai più piccini.“La befana vien di notte con le calze tutte rotte, il cappello alla romana, viva viva la Befana!" Altri invece dicono: “la befana vien di notte, con le scarpe tutterotte, con le toppe alla sottana, viva viva la befana!” Chi non ricorda questa filastrocca? In entrambi i casi, l’immagine è di una vecchietta alquanto bruttina e inquietante, ma non c’è da aver paura, la Befana è buona, si sa. Non è però solo un mitico personaggio dell’immaginario collettivo, ma come spesso accade per moltissime festività, anche l’Epifania ha origini molto antiche che discendono da tradizioni pagane, le quali poi nella cultura popolare sono diventate non solo religiose ma anche folcloristiche. Nel corso dei secoli è diventata la festa finale del periodo natalizio. Ma il termine Befana da dove deriva? Esso è una corruzione lessicale di epifania (da cui anche "Pefana") attraverso bifanìa e befanìa.

Da dove deriva invece la famosa espressione “tutte le feste porta via”? Nell’antichità i romani festeggiavano la dea della caccia, Diana, che nelle notti precedenti l’inizio della nuova semina, passava con un gruppo di donne sopra i campi per renderli fertili e prosperosi alla nuova annata. La festa di Natale infatti era celebrata come festa del Sol invictus, ovvero la festa del sole nascente, che dopo il periodo di oscurità tornava lentamente a splendere sui campi e con esso riprendeva lentamente il lavoro sui campi. Proprio in questo senso rimane la tradizione dell’epifania che “tutte le feste si porta via”; dopo il sei gennaio infatti il contadino ricominciava il suo lavoro iniziando un nuovo anno di fatiche, dopo un periodo di freddo che non rendeva possibile la coltivazione. Secondo altri, invece, a guidare le fanciulle non era Diana, come credevano i romani, ma la divinità misteriosa Satia, nome che deriva dal latino satiaetas, ovvero sazietà. . La Befana, dunque, è nata quasi come nasce una superstizione, inventata dal popolo speranzoso in un buon raccolto.

Nel Medioevo, il significato muta radicalmente. La Chiesa condannò con molto rigore queste credenze, indicandole come frutto di influenze sataniche. In questo periodo l’epifania si trasforma in un rito contro le maghe della magia oscura; veniva acceso un falò in cui una simbolica strega era posta sulla cima, come passaggio da vecchio a nuovo ed eliminazione di contaminazioni magiche. Dunque, anche l’aspetto da vecchia, poco piacevole, che tutti conosciamo, sembra derivare proprio da questa tradizione. La Befana, vestita di stracci e gonne malmesse, mantiene questo aspetto perché, secondo alcuni, rappresenta la natura ormai spoglia che si porta via un anno “consumato”, che porta con sé tutte le pene. In questo senso si può dire che la Befana venne riconosciuta dalla chiesa come figura sacrificale che si usava bruciare. Un’usanza cristiana che influenzò anche la tradizione popolare.

La tradizione religiosa- Il significato dei doni portati dalla Befana è quello che ricorda i regali offerti a Gesù Bambino dai Magi. Quindi, anche la tradizione cristiana ha contribuito alla nascita della figura della “Befana” che concepiamo oggi. La storia racconta che, quando i Re Magi durante il loro viaggio alla ricerca di Gesù bambino, incontrarono una vecchia di nome Befana e chiesero a lei informazioni sulla strada da seguire, questa si limitò ad indicargli la strada. Provarono a convincerla a unirsi a loro, ma ella si rifiutò perché aveva troppe pulizie da fare e troppe pietanze da cucinare. Nei giorni seguenti, pentita della sua decisione, la vecchia si incamminò con un sacco pieno di dolci, ma non sapendo come trovare la strada, iniziò a bussare a ogni porta e donò delizie a ogni bambino che vedeva, con la speranza che fra loro si celasse Gesù.

L’Epifania in Italia- Nel nostro Paese, come in altre parti del mondo, la festa dell’Epifania ha assunto un significato un po’ diverso. La cultura italiana attuale descrive la Befana come una vecchietta buona che vola su una scopa con un grande sacco pieno di regali per i bambini meritevoli ma anche carbone per quelli che non sono stati buoni durante l'anno. E così, la notte del 6 gennaio, scende dal camino e va dai bambini riempiendo le calze lasciate appese sul camino o vicino a una finestra. Se i bambini sono stati buoni, nelle calze ci saranno caramelle e cioccolatini, frutta, noci, frutta secca e piccoli regali, se invece avranno fatto i "cattivi" nelle calze ci sarà invece carbone.

Ricette della tradizione- Come ogni buona festa che si rispetti, anche per la Befana esistono molti dolci tipici. Vediamone alcuni. Il dolce classico a Roma per la festa della Befana è la mela stregata. Una mela con un bastoncino di legno ricoperta di zucchero colorato di rosso, che ci rimanda alla tradizionale mela della strega della favola di Biancaneve. Da ricordare è poi le Galette des Rois: dolce francese che si prepara per celebrare l’Epifania e l’arrivo dei Re Magi. Legato ad un gioco che coinvolge soprattutto i bambini. Nel dolce, si nasconde una fava e chi trova nella propria fetta la fava, viene eletto re o regina della festa. Poi la Pinza de la Marantega (Befana): nell’antica tradizione contadina del Veneto, la torta dell’Epifania veniva cotta sotto la cenere dei falò accesi durante il giorno dell’Epifania, dentro a uno strato abbastanza spesso di foglie di cavolo.

Epifania 2012- Con il 6 gennaio che cade di venerdì, quest’anno avremo a disposizione un intero weekend per rilassarci e concludere degnamente le vacanze di Natale. Da nord a sud, ecco una breve carrellata dei principali eventi.
A Milano la Befana Moticiclistica è il raduno dei biker del Motoclub Ticinese che si riuniscono al Piccolo Cottolengo di don Orione per una Befana benefica che porti allegria e doni agli ospiti del complesso in via Caterina da Forlì. A seguire, il corteo sfilerà per le vie della città. Sempre a Milano, in piazza Duomo vi sarà il Corteo dei Re Magi che assieme a bande musicali e majorette sfileranno fino alla Basilica di Sant’Eustorgio per un’offerta.
A Roma appuntamento con la Befana in piazza Navona dove, tra i tradizionali mercatini, la vecchia accoglierà adulti e bambini. Mentre alle 10.45 in via della Conciliazione partirà il Corteo dei Re Magi, che culminerà in piazza San Pietro con mille figuranti al seguito.
A Venezia si manda in scena una regata in costume. I partecipanti, rigorosamente travestiti da Befane, percorreranno il Canal Grande fino ad arrivare allo splendido Ponte di Rialto. A Bologna l'Epifania ha un significato "europeo": una simpatica vecchietta distribuirà delle filastrocche per imparare ad essere solidali scoprendo i vantaggi dell'invecchiamento attivo e di una società più inclusiva. Firenze proporrà invece la Cavalcata dei Re Magi, con tanto di sbandieratori in piazza della Signoria. A Napoli, la Befana 2012 è all’insegna del gusto: gli eventi della Città della Scienza prevedono l’incontro con la vecchietta e la degustazione dei cioccolatini creati dai maestri della Perugina. Allo stesso tempo nell’istituto si potrà assistere a vari spettacoli educativi. Ce n’è davvero per tutti i gusti ed ora non resta che attendere il suo arrivo.


Fonte: MICHELA MAGRINI di CORRIEREINFORMAZIONE.IT

_________________

FACEBOOK: http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/groups/settebagni/
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Gio 5 Gen 2012 - 23:06


_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
Admin
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1517
Età : 98
Localizzazione : Terra, Europa, Italia, Roma, SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : ADMIN
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Ven 3 Feb 2012 - 15:16



santa

santa

santa

santa

_________________
Tornare in alto Andare in basso
http://settebagni.forumattivo.com
settebagnese

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 378
Età : 88
Localizzazione : SETTEBAGNI
Data d'iscrizione : 14.12.08

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 4 Feb 2012 - 13:02


LO STRUSCIO "INNEVATO" A SETTEBAGNI

LA PARROCCHIA DI SETTEBAGNI "S.ANTONIO DA PADOVA" INNEVATA

UN NOSTRO NUOVO CONCITTADINO ....
Tornare in alto Andare in basso
http://www.ferrovie.it/forum/index.php
manucca

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 308
Età : 44
Localizzazione : SETTEBAGNI
Occupazione/Ozio : Sposata e segretaria
Umore : serena
Data d'iscrizione : 10.12.07

MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   Sab 4 Feb 2012 - 13:56

ma quante belle foto si trovano si Settebagni si trovano su internet!!!
VERO MAURO ???
Very Happy




Tornare in alto Andare in basso
http://www.virgilio.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La piazzetta di Settebagni   

Tornare in alto Andare in basso
 
La piazzetta di Settebagni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 20 di 22Andare alla pagina : Precedente  1 ... 11 ... 19, 20, 21, 22  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
www.settebagni.forumattivo.com :: Benvenuti al forum di Settebagni :: Storia eventi e problematiche di 7Bagni-
Andare verso: